« Torna indietro

Stefania Craxi

Stefania Craxi fa esplodere l’ira di Giuseppe Conte e del M5S

Pubblicato il 18 Maggio, 2022

Sono stati 12 i voti a favore, nove i contrari e un astenuto. Stefania Craxi è la nuova presidente della commissione Esteri del Senato. Forza Italia ottiene così la presidenza di una commissione: finora non ne aveva a Palazzo Madama. Nove voti sono andati a Ettore Licheri del M5S e solo una è stata la scheda bianca. Una sconfitta per i Cinque Stelle, dopo il caso del presidente Vito Petrocelli filoputiniano e le dimissioni della commissione per farlo decadere.

Esplode l’ira del leader Cinque Stelle Giuseppe Conte, che ha convocato un consiglio nazionale straordinario.

“Registriamo che di fatto si è formata una nuova maggioranza da FdI a Italia viva. L’opposizione di FdI è molto anomala. Ieri avevamo avvertito il presidente del Consiglio e il governo, perché ieri si è capito che si stava lavorando in modo surrettizio a violare patti regole e accordi – ha detto il leader M5S – quindi è stato avvertito il presidente del Consiglio e spetta innanzitutto a lui prendere atto della responsabilità di tenere in piedi questa maggioranza”.

In una nota successiva, il M5S ha ulteriormente alzato i toni: “Il voto di oggi certifica che l’attuale maggioranza di governo esiste solo sulla carta, non nella realtà del confronto quotidiano. Registriamo come ormai sia venuto meno anche il piu’ elementare principio di leale collaborazione. Si è verificata una gravissima scorrettezza che ha innescato una evidente frattura tra le forze di maggioranza: nel segreto dell’urna se ne è formata una nuova, in modo surrettizio, violando regole e patti. Ne prendiamo atto”.

I Cinque Stelle non hanno poi partecipato all’elezione dell’ufficio di presidenza della Commissione Esteri.

“Non ho mai fatto una questione di incarichi – aveva detto nel frattempo a caldo Craxi – sono onorata di questa scelta della commissione Esteri. La prima cosa che mi sento di dire è che la politica estera di un grande paese non deve essere un argomento che divide maggioranza e opposizione soprattutto in un momento così delicato della storia del mondo, quindi lavoreremo insieme. Bisogna immediatamente dare dei segnali chiari: c’è una guerra in corso, bisogna usare la durezza necessaria per condurre a un dialogo, la commissione darà segnali in questo senso”.

CHI E’ STEFANIA CRAXI

Figlia dell’ex segretario socialista Bettino Craxi, Stefania Craxi, 61 anni, imprenditrice, produttrice televisiva, è stata eletta nel 2006 alla Camera nelle liste di Forza Italia, venendo rieletta alle politiche del 2008 con Il Popolo della libertà.

Stefania Craxi
Bettino e Stefania Craxi

Nominata sottosegretario di Stato agli Affari Esteri con la nascita del governo Berlusconi IV, nel 2011 si iscrive al gruppo Misto. Impegnata con i Riformisti italiani in cui confluiscono i Socialisti italiani-Psi, nel dicembre 2013 Stefania Craxi riprende il rapporto e la collaborazione con la nuova Forza Italia e Silvio Berlusconi. Eletta senatrice nel 2018, diventa vicepresidente della commissione Esteri.

“La politica estera di un grande Paese come l’Italia, per ragioni valoriali e culturali, ancor prima che storiche e geopolitiche, non può non avere chiari connotati atlantici, un atlantismo della ragione che non ammette deroghe ma non accetta subalternità – ha detto ancora la neo presidente – è in questo contesto che dobbiamo avere l’ambizione di essere protagonisti di pace, ricoprendo un ruolo guida sul fronte Sud e nelle acque inquiete del Mediterraneo allargato. La politica estera di un grande Paese non può poi conoscere divisioni e, soprattutto, non dovrebbe essere mai oggetto di scontro”.