« Torna indietro

Taranto: Circoscrizione Tre Carrare-Solito, confronto con Carim per evitare sfratto

Pubblicato il 18 Febbraio, 2022

La Cisl FP Taranto Brindisi interviene in merito alla procedura di sfratto esecutivo che la Carim srl ha avviato nei confronti del Comune di Taranto in merito all’immobile sito in via Fiume, sede della circoscrizione, per effetto della cartolarizzazione del 2005. Nello specifico, la CISL Taranto Brindisi chiede di verificare la possibilità di far prevalere il diritto di opzione/prelazione per l’eventuale acquisto di tale immobile, a seguito della convenzione stipulata nel 2019 fra le parti. Tale richiesta riveste carattere di urgenza, non è più possibile demandare tale impegno, bisogna assumersi la responsabilità di risolvere definitivamente il problema. Nelle more della risoluzione immediata del problema, auspichiamo che la gestione commissariale dell’Ente e la Carim srl possano trovare un accordo che posticipi l’esecutività dello sfratto e diano dignità ai dipendenti ed ai cittadini, che da ogni quartiere, si recano per usufruire dei servizi a loro dedicati. Non è immaginabile spostare sia i dipendenti ed i servizi annessi, presso un’altra sede, anche rispetto all’ordine pubblico. Bisogna tornare a dare dignità e decoro alle lavoratrici ed ai lavoratori, che hanno diritto ad un ambiente di lavoro sicuro e confortevole, sereno e favorevole alle relazioni interpersonali, su un piano di eguaglianza, reciproca correttezza e rispetto delle libertà e della dignità della persona. Così come i dipendenti hanno il diritto di svolgere le proprie funzioni in un ambiente che garantisca il rispetto della dignità umana di ciascuno, anche i cittadini hanno il diritto di ricevere il servizio pubblico nel loro quartiere.

x