« Torna indietro

Taranto: Marco Nilo, ‘Il Biciplan è stato un fallimento’

Pubblicato il 29 Marzo, 2022

L’avv. Marco Nilo, consigliere comunale uscente e candidato nella lista “Patto per Taranto”, raccoglie l’invito lanciato dalla presidente di Casaimpresa Taranto, Francesca Intermite, e pone l’attenzione sui disagi seguiti alla riorganizzazione della circolazione stradale in via Liguria e via Lombardia decisa dalla Giunta Melucci nella passata consiliatura. Una scelta che determina caos e code a causa dell’abolizione della corsia bus e della contemporanea realizzazione della pista ciclabile.

«Il “Biciplan di Taranto” – osserva Nilo – annunciato in pompa magna dalla precedente Giunta comunale si è dimostrato del tutto fallimentare perché ideato senza badare alle reali esigenze della città. Si pensi ad esempio a quanto realizzato in via Liguria e via Lombardia che ha generato malcontento tra i commercianti della zona e che è stato denunciato in ultima istanza anche dalla associazione CasaImpresa. Il futuro della città di Taranto dovrà essere costruito ascoltando i cittadini e soprattutto recependo le istanze dei commercianti e delle loro associazioni di categoria che in questo periodo sono rimaste del tutto inascoltate. Proprio ciò che non è avvenuto con le decisioni assunte in ambito di strisce blu, con la problematica irrisolta dei parcheggi e con la sporcizia costante in città anche nelle zone di maggior interesse commerciale.

Dovrà essere prioritaria, invece, l’attenzione alle esigenze dei commercianti, coloro che hanno garantito con mille difficoltà la presenza di strade illuminate anche nei periodi bui della pandemia grazie alla luce dei loro negozi. Occorre una reale riqualificazione della città che agevoli i commercianti e che porti cittadini e turisti a frequentare le vie cittadine e a non rifugiarsi nei grandi centri commerciali per evitare la mancanza di parcheggio, il traffico, la sporcizia delle strade o la scarsa illuminazione.

Serve, infine, un piano parcheggi che supporti una politica di mobilità sostenibile e “vera”, capace di abbinare tutela dell’ambiente e della salute alla massima accessibilità per tutte le aree della città”.

AVV. MARCO NILO

x