« Torna indietro

La montagna miete ancora vittime, un’altra tragedia ad alta quota

Pubblicato il 5 Luglio, 2022

Dopo il crollo di un ghiacciaio della Marmolada, il cui tragico bollettino continua purtroppo ad aggiornarsi ora dopo ora, arriva un’altra tragedia che si è consumata sempre tra le montagne italiane: due alpinisti, scomparsi nella giornata di sabato, sono stati ritrovati purtroppo oggi senza vita.

Morti due alpinisti dispersi in montagna: fatale una caduta?

I due alpinisti, probabilmente di origini svizzere ma le cui reali identità sono ancora ignote, erano partiti per un’escursione ad alta quota sul monte Cervino in Valle d’Aosta, ma non avevano più dato notizie da sabato scorso.

Da qui è subito scattato l’allarme che ha dato il via alle ricerche, alle quali hanno partecipato anche gli uomini della Guardia di Finanza di Cervinia, che si sono concentrate nelle zone dove si erano recati gli alpinisti e si sono concluse all’alba di questa mattina con il ritrovamento purtroppo dei due cadaveri, come comunicato dal Soccorso Alpino Valdostano.

Il ritrovamento dei due cadaveri degli alpinisti è stato possibile anche grazie alle informazioni che ha acquisito l’operatore del Soccorso Alpino Valdostano in centrale Unica del Soccorso, grazie alle quali l’elicottero di soccorso ha potuto restringere il campo delle ricerche.

I due alpinisti sono stati ritrovati sotto la Cresta del leone, sul Cervino, ad una quota di 3.100 metri e secondo le prime ricostruzioni molto probabilmente sono morti in seguito ad una caduta.

I corpi sono stati trasferiti a Cervinia e affidati al Sagf per avviare le operazioni di riconoscimento e di polizia giudiziaria.

Nel giro di 48 ore due sciagure hanno sconvolto il mondo alpino italiano, già funestato dalla tragedia della Marmolada, dove il crollo di un seracco ha provocato 7 morti e 8 feriti di cui 2 in condizioni gravi. Le ricerche sono riprese in mattinata, poiché all’appello mancano ancora 13 persone date per disperse.