« Torna indietro

Trionfa Napoli al David di Donatello. Esulta il sindaco Mandredi: “La città è una fabbrica di sogni”

Tantissimi i napoletani premiati in occasione del David di Donatello, uno dei premi più prestigiosi a livello nazionale.

Pubblicato il 4 Maggio, 2022

Tanti i premi per i napoletani in nomination ai David di Donatello. Trionfa su tutti Paolo Sorrentino con “È stata la mano di Dio”. La pellicola è stata votata come miglior film e miglior regia ed ha ottenuto anche il David Giovani e per ex aequo per la migliore fotografia.

Il premio come migliore attrice non protagonista è andato a Teresa Saponangelo che, nel film, interpreta la mamma di Fabietto.

Non solo “È stata la mano di Dio”: gli altri trionfi napoletani

Oltre al film “E’ stata la mano di Dio”, premiato con cinque David, due statuette sono andate anche a “Qui rido io” di Mario Martone ed un David a “I Fratelli De Filippo” di Sergio Rubini.

Gli attori della scuola napoletana si confermano dunque i primi d’Italia con Silvio Orlando premiato come miglior attore protagonista, e che ha dedicato il premio a sua moglie, ed Eduardo Scarpetta e Teresa Saponangelo come migliori attori non protagonisti.

Inoltre ai napoletani Leonardo Di Costanzo, Valia Santella, Bruno Oliviero per Ariaferma è stato assegnato il premio come Sceneggiatura Originale.

Il premio come migliore colonna sonora è andato a Nicola Piovani per “i Fratelli De Filippo” mentre quello per i Migliori costumi a Ursula Patzak per il film “Qui rido io”.

Infine il premio speciale alla carriera è stato consegnato al regista Antonio Capuano, vero ispiratore del cinema di Sorrentino, che ha dedicato il riconoscimento alla compagna che non c’è più.

Le parole di De Luca: “La conferma che gli investimenti della Campania funzionano”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha commentato in maniera entusiasta il risultato del cinema campano. Queste le parole del Governatore: “Una grandissima soddisfazione per il nostro cinema: ai David di Donatello primeggiano la Campania e Napoli. Stravincono “È stata la mano di Dio” e Paolo Sorrentino, miglior film e miglior regia, con la bravissima Teresa Saponangelo migliore attrice protagonista.

Complimenti a Silvio Orlando, miglior attore protagonista, altra icona del nostro cinema, al giovane Eduardo Scarpetta, miglior attore non protagonista in “Qui rido io” di Mario Martone.

E poi, emozionante il premio alla carriera per Antonio Capuano. Carico di suggestioni “I Fratelli De Filippo”, di Sergio Rubini, girato tra Napoli e la provincia di Caserta, e premiato per le musiche del maestro Nicola Piovani.

Bravissimi tutti quelli che hanno contribuito a questo straordinario successo. È l’ennesima conferma che i grandi investimenti voluti e realizzati dalla Regione Campania in questi ultimi anni nel cinema, così come in tutto il settore della cultura, premiano i talenti artistici, creano occupazione di qualità e contribuiscono a valorizzare il nostro enorme patrimonio culturale”.

La gioia di Manfredi: “Napoli, motore della fabbrica di sogni”

Anche il comune di Napoli, in una nota, ha anch’esso espresso forte soddisfazione per il risultato raggiunto. Queste le parole del sindaco Manfredi: “Lo straordinario successo del cinema napoletano ai David di Donatello, suggellato in primis dai premi conferiti ad Antonio Capuano, Paolo Sorrentino, Silvio Orlando, Eduardo Scarpetta, Teresa Saponangelo, Daria D’Antonio, Leonardo Di Costanzo, Valia Santella e Bruno Oliviero, conferma la forza dei nostri talenti, ma è anche il frutto della creazione di una fabbrica dei sogni che va consolidata nella sua capacità industriale.

Il protagonismo del cinema partenopeo conferma che le politiche di semplificazione amministrativa e supporto logistico attivate dal Comune di Napoli raccolgono risultati di prestigio e convince a continuare a lavorare in questa direzione, affinché la città sia sempre di più un punto di riferimento per il cinema nazionale ed internazionale”.

x