« Torna indietro

Un incendio è divampato tra Arischia e Pizzoli

Pubblicato il 30 Luglio, 2020

Ore 13 e 30 di oggi: si è sviluppato un vasto incendio a qualche chilometro dall’abitato della frazione di Arischia. E’ avvenuto sulla strada statale 80, verso il passo delle ‘Capannelle’, località Fosso delle Pescine. Il fuoco divampa su Monte Omo, al confine fra Marruci di Pizzoli e Arischia.
Le squadre dei Vigili del fuoco, dell’Esercito, dei Carabinieri e della Protezione civile regionale sono giunte sul posto: è scattato il piano antincendio boschivo. Due elicotteri sono stati utilizzati per lo spegnimento. Dal rogo si è innalzata un’altissima colonna di fumo, che è risultata visibile da tutta la conca aquilana. Piccoli focolai sono stati segnalati tra Paganica e Tempera e a Barisciano.
Parliamo del fronte del fuoco: è pari a 3 o 4 chilometri. Il fumo via via si estende fino alle case. Le fiamme potrebbero svalicare verso Pizzoli e verso Collebrincioni: questo il rischio. La zona è impervia e le dimensioni del rogo sono risultate ingenti, notevoli: è stato richiesto l’intervento di cinque canadair. Si parla di un incendio di origine dolosa. Parte della Strada statale 80 “del Gran Sasso d’Italia” è stato chiuso al traffico: siamo in corrispondenza del chilometro 18,000.
Il traffico per Marruci risulta deviato su strada comunale, poi sulla SS260 fino a Capitignano (AQ) e successivamente sulla SS260/Dir. Il personale di Anas è sul posto, al fine di gestire la viabilità. L’intento è ripristinare la circolazione nel più breve tempo possibile. (foto di repertorio)

Skip to content