« Torna indietro

Uno sbirro qualunque

Uno sbirro qualunque, spopola il poliziotto rapper: “Voglio fare capire cosa facciamo” (VIDEO)

Pubblicato il 4 Ottobre, 2022

“Il passamontagna? Non miro alla fama. Il rap per far capire cosa facciamo, odiarci va di moda”.

Così “Uno sbirro qualunque”. E’ il nome del rapper che sta spopolando sul web.

In una videointervista si presenta proprio come poliziotto, la maglietta con il logo, un passamontagna sul volto a coprirne l’identità.

Spiega: “Il mio progetto musicale nasce due anni fa. Vorrei far capire che per fare un buon rap, insomma se si vuole seguire questa strada, non bisogna essere per forza criminali”.

Ma quanti di voi, chiede, sanno davvero cosa vuol dire essere sbirro? Chiarisce:

“Viene usato come termine dispregiativo ma per me da sempre è un complimento. Se mi dici che sono uno sbirro, mi fai il complimento più grande”.

“Ho scelto di chiamarmi sbirro qualunque perché voglio poter rappresentare l’intera categoria – si racconta il poliziotto misterioso – E indosso il passamontagna proprio perché voglio essere uno qualunque, non miro alla fama”. Che pure è arrivata. 

YouTube video

Poi il messaggio più importante:

“Negli ultimi anni c’è questa moda di odiare le forze dell’ordine senza un reale motivo, va di moda e basta. Da qui nasce il mio progetto, far capire che per fare un buon rap non bisogna per forza essere un criminale”.

“Ti credi il più forte ma non è vero… Sono talmente avanti che non ti vedo”, un esempio della sua filosofia nelle canzoni.

Skip to content