« Torna indietro

Vende il figlio di 5 giorni per rifarsi il naso: arrestata donna russa 33enne

La donna ha venduto il figlio appena nato per 3.400 euro.

Pubblicato il 13 Luglio, 2022

Una storia che ha dell’assurdo viene da Kaspiysk, in Russia, dove una donna di 33 anni è stata arrestata per aver venduto per 3.400 euro il figlio appena nato per pagarsi l’operazione per rifarsi il naso.

I fatti

La donna, di cui non si sa il nome, si sarebbe messa d’accordo con la vicina di casa, che l’avrebbe aiutata a cedere il bambino nato da soli 5 giorni. Lei stessa ha spiegato che non aveva un lavoro e un posto in cui vivere e ai nuovi genitori-acquirenti del figlio ha confidato che intendeva utilizzare i soldi guadagnati per rifarsi il naso. Tutto questo è stato da lei giustificato dicendo che aveva bisogno di operarsi per respirare meglio; La Polizia ha arrestato gli autori per il reato di traffico di esseri umani.

La nota del Comitato Investigativo della Federazione Russa per la Repubblica del Daghestan

Intanto il Comitato Investigativo della Federazione Russa per la Repubblica del Daghestan a NewsFlash ha raccontato: “Il 25 aprile 2022, una donna ha dato alla luce un figlio maschio al Caspian City Central Hospital. Il 30 aprile 2022 stata dimessa dall’ospedale, dove, incontratasi con un residente locale, ha accettato di consegnargli il figlio appena nato per un compenso di 200.000 rubli. Ha quindi emesso una rinuncia ai diritti del bambino e ha ricevuto denaro per un importo di 20.000 rubli da parte di terzi. Il 26 maggio 2022 ha ricevuto il resto del denaro per un importo di 100.000 rubli”. Adesso gli accertamenti vanno avanti da parte degli investigatori, che cercano di fare chiarezza sulle circostanze del reato commesso e sul livello di colpevolezza dell’indagata.