« Torna indietro

Venezia, la Giunta approva lavori di ripristino di 25 alloggi pubblici comunali per un importo complessivo di oltre 600mila euro

Pubblicato il 2 Giugno, 2021

2.6.2021 – La Giunta comunale ha approvato, su proposta degli assessori ai Lavori Pubblici Francesca Zaccoriotto, al Patrimonio Paola Mar, e alla Casa Simone Venturini, due delibere che riguardano i progetti definitivi comprensivi del progetto di fattibilità economica e finanziaria, redatti da INSULA S.p.A, per il recupero di 25 alloggi sfitti non Erp per un totale di oltre 600mila euro.

“Nello specifico – spiega l’assessore Mar, si tratta di 7 alloggi ubicati nel centro storico di Venezia dei quali 4 a S. Croce, 2 a Dorsoduro e 1 a San Polo per un valore complessivo di 400mila euro. Gli altri 18 alloggi sono distribuiti sulla terraferma veneziana, nello specifico 13 a Carpenedo, 2 rispettivamente a Zelarino e a Mestre, e uno a Chirignago per un totale di 203mila euro. Lavori che andranno a valorizzare appartamenti comunali che, una volta sistemati, potranno essere rimessi a disposizione della cittadinanza”.

“Complessivamente – spiega Zaccariotto – si tratta di lavori affidati ad Insula S.p.A. e che saranno, per il primo blocco di interventi, più corposi e riguarderanno sia manutenzione ordinaria come tinteggiature e verifiche impianti sia straordinaria come il rifacimento servizi igienici, l’adeguamento degli impianti termoidraulci edelettrici, il rifacimento delle pavimentazioni, dei rivestimenti e dei serramenti interni ed esterni. Tempo previsto di esecuzione dei lavori: 9 mesi. Per il secondo blocco, invece, si procederà con la tinteggiatura, la sostituzione delle caldaie e l’accessibilità servizi igienici. Interventi, questi, che saranno conclusi entro 3 mesi dall’inizio dei lavori”.

“Una volta conclusi i lavori intendiamo assegnare velocemente queste case – ha dichiarato l’assessore Simone Venturini – evitando tempi morti e soprattutto scongiurando il rischio che le case restino vuote a lungo prima di essere assegnate. Le ultime esperienze hanno confermato la validità dei nuovi sistemi introdotti. Continueremo su questa linea per investire sempre più risorse nella manutenzione delle case e nella loro assegnazione”.

Skip to content