« Torna indietro

Venezia, violenza sulle donne, prevenzione e cultura della solidarietà femminile

“Fuori la voce e il cantiere delle donne”: la presidente Damiano e l’assessore Costalonga al convegno Fidapa

30.11.2021 – Un incontro per discutere di violenza sulle donne, ma anche di prevenzione e di cultura della solidarietà femminile. E’ stato organizzato nella serata di ieri, 29 novembre, dall’associazione Fidapa (Federazione italiana donne arte professione affari), sezione di Venezia, alla Scuola Grande San Teodoro.

Il meeting, dal titolo “Fuori la voce e il cantiere delle donne –  Il contrasto alla violenza attraverso l’informazione e la cultura della rete di donne” con la partecipazione della presidente del Distretto Nord Est Fidapa Carla Laura Petruzzelli e di Antonella Bovo, presidente della sezione veneziana della Fidapa BPW Italy, è stato ideato e moderato da Daniela Rossi, curatrice editoriale, e ha avuto come relatrici le giornaliste Alessia Da Canal, caporedattrice della testata ‘Fuori la Voce’ e Silvia Pittarello, comunicatrice scientifica. All’incontro, organizzato per la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, hanno presenziato, in rappresentanza dell’Amministrazione, la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano e l’assessore alle Attività produttive Sebastiano Costalonga.

Dopo aver ripercorso la storia dell’associazionismo femminile, è stata illustrata l’attività del periodico “Fuori la Voce” a vocazione sociale, con focus su donne e adolescenti. Si è passati dunque a presentare “Il cantiere delle donne”, think thank veneto costituito sui social nel 2019 che oggi conta migliaia di iscritte su Facebook. Oltre a trattare tematiche femminili, mira a rivolgersi alle istituzioni e alla politica per elaborare proposte per facilitare la vita di tutte le donne.

Nel corso dell’incontro la presidente Damiano è intervenuta ricordando i servizi del Centro Antiviolenza del Comune, che nel 2020 si è arricchito di due nuovi sportelli: “Oltre alle attività del Centro il Comune mette in atto diverse campagne di sensibilizzazione per il contrasto alla violenza. E’ importante fare rete sul territorio e lavorare in sinergia anche con le associazioni. L’indipendenza economica è un’arma nelle mani delle donne per emanciparsi e prevenire le aggressioni: ad esempio il Reddito di libertà dell’Inps è uno strumento utile a favorire l’autonomia. Il problema va affrontato anche da un punto di vista culturale, serve lavorare con le scuole e i giovani per educare alla cultura del rispetto”. Damiano, riferendosi alle varie attività e campagne realizzate dal Comune per le donne, ha ricordato infine l’Ottobre rosa per la prevenzione del tumore al seno, il Marzo donna, un mese di cultura, storia, sport, attualità delle donne e il Novembre donna per il contrasto alla violenza di genere.

“Il terzo settore è un asset importante del nostro sistema sociale e molte sono le realtà che vi operano, tra queste voglio far arrivare i miei più sentiti ringraziamenti a Fidapa che da sempre è dalla parte delle donne” ha aggiunto l’assessore Costalonga. “Tanti sono gli interventi che si possono mettere in atto per arginare la piaga della violenza sulle donne, tra questi particolare attenzione va rivolta al problema della disoccupazione. In Veneto la disoccupazione femminile è al 7,5%, un livello più basso rispetto alla media del paese (10 %), ma è comunque altissimo. Bisogna fare di più, perché una donna che ha modo di lavorare e avere un reddito può essere indipendente e rompere quei legami che a volte si rivelano pericolosi. Gli interventi ci sono, ma non sono sufficienti. C’è molto da fare. Il mio auspicio è che il Governo, oltre a tutte le misure già in campo, dia maggiori strumenti e risorse a chi, come Fidapa, opera egregiamente sul territorio”.

x