« Torna indietro

Patrick Zaki libero fino alla prossima udienza: finalmente un sospiro di sollievo

Buone notizie arrivano per lo studente egiziano Patrick Zaki che sarà scarcerato “anche se non è stato assolto” dalle accuse”.

A riferirlo sono stati gli avvocati al termine dell’udienza a Mansura. Ancora, però non si sa quando Zaki potrà uscire se direttamente oggi o se nei prossimi giorni. Quel che è certo è che la prossima udienza

Patrick Zaki libero

Non si sa al momento quando Zaki uscirà dal carcere, se nella stessa giornata di oggi oppure nei prossimi giorni. Quel che è certo è che la prossima udienza sarà celebrata il prossimo primo febbraio.

La prossima udienza si terrà il primo febbraio.

“Abbiamo appreso che la decisione è la rimessa in libertà – fa sapere il legale Hoda Nasrallah – ma non abbiamo altri dettagli al momento”.

22 mesi di carcere che oggi si traducono in un sospiro di sollievo. E’ come uscire da un tunnel e speriamo che questo sia il primo passo per arrivare poi ad un provvedimento di assoluzione”. Sono queste le parole che Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, esprime in seguito alla notizia della scarcerazione di Patrick Zaki al termine dell’udienza odierna in Egitto, anche se non assolto dalle accuse che lo riguardano.

“L’idea che Patrick possa trascorrere dopo 22 mesi una notte in un luogo diverso dalla prigione – conclude Nouryy – ci emoziona e ci riempie di gioia. In oltre dieci piazze italiane scenderemo con uno stato d’animo diverso dal solito e più ottimista”.

In tribunale erano presenti, come in tutte le udienze, anche diplomatici italiani e, su richiesta dell’Ambasciata italiana, anche di altri Paesi per monitorare il processo come prima avevano fatto per le sessioni di rinnovo della custodia cautelare.

E proprio uno di questi diplomatici ha potuto parlagli brevemente per rappresentargli la vicinanza delle istituzioni italiane e Patrick ha ringraziato per quello che l’Italia e l’Ambasciata stanno facendo per lui. 

La soddisfazione di Di Maio: “Primo obiettivo raggiunto”

Primo obiettivo raggiunto: Patrick Zaki non è più in carcere. Adesso continuiamo a lavorare silenziosamente, con costanza e impegno. Un doveroso ringraziamento al nostro corpo diplomatico”. E’ quanto ha scritto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, sul suo profilo Facebook. 

x