« Torna indietro

Avellino – Allarme Covid, l’Asl impegnata su più fronti per contenere il focolaio

Avellino – Tensione in città sul fronte sanitario: l’Asl è attivamente impegnata per tentare di risalire alla eventuale catena di contagi che potrebbe essersi innescata dopo la festa tenuta la settimana scorsa presso un noto centro sportivo di Avellino. Una famiglia è risultata contagiata. Il padre, dipendente dell’amministrazione provinciale, positivo al Covid, la moglie ed i due figli altrettanto. E’ corsa contro il tempo per individuare ulteriori positivi e collocarli in isolamento per bloccare la diffusione del virus. Il rischio è che si sia formato un focolaio potenzialmente pericoloso perché nato dai contatti tra alcuni giovani, che avrebbero potuto avere molteplici occasioni per non rispettare il distanziamento sociale.

Al momento ad Avellino città i casi individuati sono undici, quasi tutti riconducibili a cittadini con età compresa tra i 23 ed i 35 anni.

Secondo le ipotesi più accreditate i figli del dipendente avrebbero contratto il virus prima che il padre organizzasse la festa presso il club sportivo di Avellino, pertanto il presunto contagio sarebbe avvenuto da figlio a padre.

L’Asl di Avellino ha avviato immediatamente le attività di controllo per verificare se il dipendente dell’amministrazione provinciale o i suoi familiari abbiano contagiato qualche invitato alla festa: le indagini sono facilitate dal gestore del club sportivo, che da subito ha fornito alle autorità sanitarie tutto il supporto possibile per risalire ai singoli partecipanti, che sono stati chiamati per sottoporsi al tampone.

Contemporaneamente l’Asl ha provveduto a sospendere le attività in presenza degli uffici provinciali, che sono interessati da attività di sanificazione. Gli uffici saranno aperti nuovamente al pubblico giovedì mattina.

Un altro filone di indagine sanitaria riguarda le feste che sarebbero state organizzate nel centro storico di Avellino prima e dopo la manifestazione tenuta al club sportivo.

Edizioni