« Torna indietro

Padova, al via il River Film Festival a Porta Portello: 150 opere gratis da 40 paesi

River Film Festival, giunto ormai alla 14esima edizione, conferma il suo tradizionale e atteso appuntamento con il pubblico. Appuntamentobpresso la scalinata cinquecentesca del porto fluviale di Porta Portello (Padova) dall’1 al 20 settembre 2020.

Dopo gli eventi speciali di apertura, sullo schermo galleggiante del Porto Fluviale di Porta Portello sarà proiettato un multiforme e ricco programma dedicato alle nuove tendenze del cortometraggio internazionale. L’accurata selezione di opere girate da giovani autori dell’audiovisivo contemporaneo sarà suddivisa in otto categorie e presenterà al pubblico patavino quasi 150 opere provenienti da più di 40 paesi.

Sostenuto dal Comune di Padova – Assessorato alla Cultura e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, con il Patrocinio del Parlamento Europeo e dell’Università degli Studi di Padova, come di consueto il festival si aprirà con una serie di eventi speciali.

Gli appuntamenti del River Film Festival

Dall’1 al 3 settembre andrà in scena “River Remembrance…”: tre film per tre serate in ricordo di altrettante grandi personalità del teatro e del cinema venute a mancare nel 2019-2020: Claudio Misculin (Trieste, 1954 – 2019), fondatore del gruppo teatrale Accademia della Follia, i cui attori animeranno la serata con alcuni interventi scenici che si alterneranno a proiezioni di corti e documentari; Max von Sydow (Lund, 1929 – Parigi, 2020), uno dei più celebri attori europei di sempre che nella sua lunga carriera ha dato vita a iconici personaggi quali il sacerdote dell’Esorcista e il cavaliere del Settimo sigillo, filmche verrà proiettato il 2 settembre; Ennio Morricone (Roma, 1928 – Roma, 2020), compositore due volte premio Oscar e autore di alcune delle colonne sonore più belle del cinema italiano e mondiale, daPer un pugno di dollari C’era una volta in America, da Nuovo cinema Paradiso a The Mission, pellicolaquest’ultimache sarà proposta al pubblico del RiFF il 3 settembre.

A “River Remembrance” seguiranno tre talks dedicati alla virtual reality e al cinema documentario, organizzati in collaborazione con l’università di Padova e il River College Virtual Reality (4-6 settembre).Dopo gli eventi speciali di apertura, dal 6 settembre sullo schermo galleggiante del porto fluviale del Portello sarà come sempre proiettata un’eclettica antologia delle nuove tendenze del cortometraggio internazionale. L’accurata selezione di opere girate da giovani autori dell’audiovisivo contemporaneo sarà suddivisa in otto categorie: Virtual Reality, la più coinvolgente e innovativa tecnologia cinematografica del momento(la sezione VR sarà ospitata all’interno del cinquecentesco Propileo di Porta Venezia grazie alla collaborazione con l’Associazione Progetto Portello e il Comitato Mura di Padova; 6-10 settembre); Film Festival in Focus, una selezione di cortometraggi dell’ECU European Film Festival di Parigi, partner speciale dell’edizione 2020 (6 settembre);Sguardi italiani, un viaggio nelle nuove tendenze del cinema corto nazionale (7 settembre);Queer Shorts, nuova sezione che, per la prima volta, vede il RiFF ospitare in concorso opere sul tema dell’identità queer, intesa come identità fluida in continuo mutamento (8 settembre); Orizzonti internazionali, una miriade di sguardi autoriali intrisi di sensibilità estetica e consapevolezza narrativa capaci di trascinare lo spettatore dentro e oltre le immagini (9-13 settembre); Animazione, un mosaico di linguaggi e tecniche dalla stop-motion all’animazione disegnata, dalla computer grafica al rendering digitale (14-15 settembre 2020); Documentari, suggestive testimonianze di vita create girate nei modi e nelle tecniche narrative più eterogenei (16-17 settembre 2020); Scuole di cinema, un’attenta selezione di opere prodotte da alcune delle università più rinomate al mondo (18-19 settembre).

Tutte le proiezioni saranno gratuite e si terranno dalle 21.30 alle 23.30 in ottemperanza alle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Il 20 settembre il festival saluterà Padova con un’originale cerimonia di premiazione dal titolo “Il Golden River verso Venezia”: dal pontile della scalinata cinquecentesca dell’antico porto fluviale del Portello si navigherà verso Venezia attraverso un itinerario culturale a più tappe: dalle 15 alle 21 si alterneranno premiazioni, visioni dei corti vincitori, concerti jazz, aperitivi e l’evento speciale “Comunicare l’ecologia: due visioni per un futuro sostenibile” con Martino Seniga, inviato speciale di Rainews24 e Tgr Lazio, e Max Strata, ecologista e scrittore. Anche questo evento sarà completamente gratuito per il pubblico, ma sarà aperto a un massimo di 50 persone e soltanto su prenotazione..

La 14.a edizione del RiFF vanta un’importante rete di partenariato: Parlamento Europeo, Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, AFIC, ECU Film Festival, HIT-Human Inspired Technology dell’Università di Padova, River College Virtual Reality, la7Gold, Radio Cooperativa, il Mattino di Padova, SehsternKommunication – Berlin, l’Associazione Progetto Portello e Comitato Mura di Padova.

Edizioni