« Torna indietro

Partito democratico e dialogo costruttivo con l'industria: una diretta abruzzese

Pd, sospensione delle tasse alle imprese aquilane: “lavoro di squadra silenzioso”

Riceviamo e pubblichiamo dalla segretaria comunale Emanuela Di Giovambattista e dai consiglieri comunali Stefano Albano e Stefano Palumbo: “La notizia dello stop alla procedura di infrazione europea sulla sospensione delle tasse alle imprese aquilane è di portata storica per il post-terremoto aquilano: è stata sventata una stangata da oltre 300 milioni di euro che avrebbe compromesso la sopravvivenza del tessuto produttivo aquilano. L’ufficialità resa nota dal ministro per gli affari europei, Vincenzo Amendola, segna una vittoria per L’Aquila e per il buon governo che agli slogan populisti e alle posizioni preconcette contro l’Ue preferisce il lavoro di squadra silenzioso. È il risultato di un’interlocuzione umile ma determinata e produttiva tra imprenditori, parti sociali, associazioni di categoria e sindacati aquilani – che hanno dimostrato di saper fare squadra – e ministero, a cui anche il Partito Democratico ha dato un contributo promuovendo una seduta straordinaria del consiglio comunale sulla vicenda e un incontro del novembre scorso, promosso dal Pd abruzzese e aquilano, che ha portato il ministro Amendola ad incontrare la Confindustria e la Cgil cittadine. I governi che si sono avvicendati negli ultimi anni hanno sempre rinviato il problema con le proroghe, mentre il ministro Amendola ha finalmente posto una soluzione credibile a Bruxelles, risolvendo definitivamente la questione con l’ascolto e la mediazione, e non andando a sbattere i pugni sul tavolo. È facile accusare l’Europa di essere responsabile di tutti i mali nostrani, ma questa notizia dimostra come davanti all’interlocuzione e alla credibilità, l’Unione si dimostri un’opportunità più che un ostacolo. È con questa consapevolezza che riteniamo vada intrapresa anche la nuova sfida sul Recovery plan, elaborando proposte e progetti con le parti sociali e con una proficua interlocuzione con il governo.”

Edizioni