« Torna indietro

operaio

Spaccio di sostanze stupefacenti tra Lecce e Trepuzzi, arrestati due pusher

Nelle scorse ore sono stati arrestati due pusher per spaccio di sostanze stupefacenti e sono scattate altrettante denunce sempre per il medesimo reato. Gli arresti e le denunce sono scattate tra Lecce ed alcuni centri limitrofi al capoluogo salentino al termine di alcune operazioni separate svolte dai Carabinieri del posto. Il primo arresto è scattato dopo un’attenta osservazione vicino all’abitazione del sospettato, in cui da tempo i militari avevano notato un viavai di persone. Uno spaccio di sostanze stupefacenti che quindi continua ad impiegare gran parte del tempo alle Forze di Polizia della zona. Dopo il viavai, quindi, sono arrivati nuovi guai per Enrico Gallucci, 40enne originario di Foggia residente a Lecce, tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti dai carabinieri del Norm della compagnia leccese, che da giorni tenevano d’occhio i suoi movimenti. I militari nutrivano dei sospetti sul suo conto e così ieri mattina sono entrati in azione. L’hanno raggiunto mentre era nella sua abitazione di Cavallino e l’hanno perquisita da cima a fondo ritrovando la droga per lo spaccio. Nello specifico 18 grammi di eroina, già suddivisa in dosi pronte per essere cedute, insieme a vari involucri di cellophane, un bilancino di precisione e altro materiale utile al confezionamento di dosi. Al termine dei controlli, per Gallucci sono scattate le manette e, su disposizione del pm di turno, Luigi Mastroniani, i militari l’hanno condotto presso il carcere di Lecce.

Spaccio di sostanze stupefacenti, in manette anche un 27enne di Trepuzzi

Altro arresto per spaccio di sostanze stupefacenti è scattato sempre ieri a Trepuzzi. In arresto è terminato Alessio Serratì, 27enne del posto. I carabinieri della stazione locale, insieme alle unità del Nucleo carabinieri cinofili di Modugno, hanno perquisito un locale che era nella disponibilità del giovane, trasformato in una centrale di spaccio. Il fiuto dei cani dell’Arma ha scovato subito la droga: in totale poco più di 1,6 chili di marijuana, 35 grammi di hashish e 11 grammi di cocaina, già suddivisi in dosi. E ancora due bilancini di precisione e vario materiale utile per il confezionamento. Il 27enne è stato dichiarato in arresto e, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la sua abitazione e ristretto ai domiciliari.

Edizioni