« Torna indietro

Notte violenta a Torino, per le proteste contro il decreto antiCovid

Tensione e incidenti ieri sera a Torino in piazza Castello e nel centro soprattutto in Via Roma, dove si sono radunati i partecipanti, alcune centinaia, a una delle due manifestazioni convocate questa sera nel capoluogo piemontese per protesta contro le norme anti Covid.

Un paio di fumogeni sono stati lanciati contro il cordone dei carabinieri schierato davanti al Palazzo della Regione Piemonte. Il gesto era stato preceduto dal breve comizio improvvisato da un partecipante. Due grossi petardi sono stati poi scagliati contro il cordone della polizia davanti a Palazzo Madama. La polizia ha risposto con una azione di alleggerimento che ha disperso la folla.

Il negozio di Gucci attaccato e saccheggiato ieri sera negli indicenti (foto di Giuliana Macaluso)

La protesta a Torino contro il Dpcm si è successivamente trasformata in guerriglia di gruppi di ultra e antagonisti di destra e di sinistra che ha comportato una situazione che da tempo non si vedeva in città. Tre feriti (un giornalista e due poliziotti), 10 persone arrestate, 4 denunciate, bombe carta lanciate contro la polizia, che ha risposto con cariche e lanci di lacimogeni. Vetrine sfondate nei negozi di via Roma a Torino, alcuni dei quali, come è accaduto a Gucci, sono stati saccheggiati.

E ancora dehors devastati in via Lagrange e in via Po a Torino. Poi cassonetti bruciati e monopattini dati alle fiamme e usati come ariete per sfondare le vetrine. (il video di Giuliana Macaluso).

Edizioni