« Torna indietro

casi

Francia e Germania preannunciano il lockdown, in Europa +40% di morti. Il Covid contagia anche le Borse

Francia e Germania preannunciano il lockdown mentre in Europa in un a settimana si è avuto un aumento delle morti del 40%. I contagi nel mondo si avviano a 44 milioni, mentre le morti hanno superato gli 1,65 milioni. In Usa 500mila contagi in una settimana. In Cina 42 in un giorno

Dunque il coprifuoco non basta più, la seconda ondata sta colpendo indiscriminatamente il Vecchio Continente dalla Svezia alla Gran Bretagna, con l’Oms che segnale un allarmante aumento del 40% delle vittime di Covid-19 rispetto alla settimana precedente.

Lockdown in Francia e Germania

Francia – Il primo Paese europeo a tornare in lockdown potrebbe essere la Francia, dove ormai si viaggia oltre i 50mila nuovi casi di Covid-19 al giorno. Il coprifuoco di due settimane fa è stato un fallimento e Macron prevede un confinamento a livello nazionale per un mese a partire dalla mezzanotte di giovedì. Un lockdown più flessibile rispetto a quello della primavera scorsa.

Belgio. Sono stati registrati 104 nuovi decessi attribuiti al coronavirus. L’ultima volta che era stata superata la soglia dei 100 morti era stato a fine aprile, secondo l’Istituto di sanità pubblica Sciensano. Dall’inizio della crisi sanitaria, più di 11mila persone hanno perso la vita a causa del Covid-19.

Regno Unito  Balzo di decessi per coronavirus nel Regno Unito, saliti a 367, il numero nettamente più elevato dall’epoca della prima ondata. Più limitato invece l’incremento dei contagi, che toccano i 22.885 contro i quasi 21.000 di ieri, ma su un totale di test giornalieri sceso da 321.000 a 262.000 circa.

Svezia. La Svezia, l’unico Paese al mondo che non ha mai imposto il lockdown, ha registrato 1.870 nuovi casi di coronavirus in 24 ore, il numero più alto dall”inizio della pandemia. Il record precedente di casi di Covid-19 era stato 1.698 a fine giugno. Le vittime di coronavirus in Svezia sono 5.918.

Spagna. I medici spagnoli hanno indetto uno sciopero di 24 ore per protestare contro l’incapacità del governo di rafforzare il sistema sanitario duramente provato dalla pandemia di coronavirus. Lo riportano i media spagnoli.

Russia Nelle ultime 24 ore si sono registrati 16.202 nuovi casi di Covid-19 e il decesso di 346 persone. Secondo i dati ufficiali, in Russia si contano in totale 1.563.976 contagi e 26.935 decessi provocati dal Covid-19. Imposta la chiusura di bar e ristoranti dalle 23 alle 6 del mattino. Sarà inoltre obbligatorio indossare le mascherine nei luoghi in cui si concentrano più persone, negli ascensori, nei parcheggi, sui mezzi di trasporto pubblici e sui taxi.

In Ucraina nelle ultime 24 ore si sono registrati 7.474 nuovi casi di Covid-19 e 165 persone sono decedute a causa del virus.

Bulgaria Record assoluto dei contagi e dei decessi da coronavirus, nelle ultime 24 ore si sono registrati ben 2.243 nuovi casi, pari a circa il 30% dei 7.659 test diagnostici effettuati.

Covid e lockdown contagiano le Borse

Le Borse europee scivolano ai minimi da cinque mesi mentre in Europa scatta l’allarme rosso per la diffusione del coronavirus e si preannunciano nuovi lockdown in Francia e Germania. L’euro perde terreno sul dollaro (-0,44% a 1,174) mentre i future su Wall Street sono in profondo rosso (Dow Jones -1,7% e S&P 500 -1,4%) e l’indice della paura Vix, che misura la volatilità sul mercato azionario americano, balza ai massimi da giugno. Milano (-3,1%), Francoforte (-3,1%) e Parigi (-2,8%) guidano i ribassi nel Vecchio Continente, in scia all’intenzione della cancelliera Angela Merkel di proporre un lockdown leggero di un mese e in attesa che il presidente Emmanuel Macron parli alla nazione stasera alle 20.

Borse in Asia in calo, sottopressione i settori finanza e IT. Tokyo lascia lo 0,29% , Hong Kong lo 0,4% mentre Shanghai inverte rotta sul finale e chiude in rialzo dello 0,8% con acquisti che gli operatori segnalano provenire dall’estero.

I timori sulla diffusione del virus in Europa e Stati Uniti sono diffusi e sul fronte politico l’attenzione è puntata sulle elezioni presidenziali statunitensi della prossima settimana con un conseguente attendismo degli investitori.

Edizioni