« Torna indietro

Zaia: “Ospedali sotto pressione. Tamponi anche presso i veterinari”

Continua a salire il numero di positivi in Veneto. Lo ha annunciato questa mattina in diretta stampa Luca Zaia, Governatore del Veneto.

Nnelle ultime 24 ore si sono registrati 2.436 nuovi positivi e 20 morti. Il totale dei positivi raggiunge quota 65.531, i decessi 2.478. Sono 1.193 le persone ricoverate, 155 (+7) quelle in terapia intensiva.

“C’è pressione sugli ospedali“, ha detto Zaia, “ tre grandi ospedali occupati dagli infetti. Il modello continua a dirci che il picco sarà a metà novembre, quindi “duri ai banchi” e andiamo avanti».

Comitato di crisi veneto. «Ieri in Giunta abbiamo deliberato la costituzione di un comitato di crisi per il Coronavirus, che farà sintesi delle misure che prendiamo», ha fatto sapere Zaia «Condividiamo così le decisioni con un board dove c’è un rappresentante per Azienda Ulss e ospedaliera, dirigenti centrali delle aree della sanità, sociali e Protezione civile.

Fanno parte del comitato il dottor Luciano Flor (direttore azienda ospedaliera di Padova, il dottor Giuseppe Dal Ben (Venezia), la dottoressa Patrizia Simionato, dottoressa Patrizia Benini, il dottor Paolo Rosi (coordinatore del Comitato). La dottoressa Francesca Russo, il dottor Fabrizio Garbin, l’ingegner Luca Soppelsa, la dottoressa Maria Cristina Ghiotto, l’ingegner Paolo Fattori. 

Zaia ha fatto sapere di aver chiesto di convocare i rappresentanti dei 2.450 veterinari in Veneto per fare i tamponi. «L’uomo è un mammifero”, ha detto Zaia, “tutti i mammiferi hanno sette vertebre cervicali, allattano il neonato, e i veterinari sono esperti di questo. Non è nulla di trascendentale pensare di fare un percorso con i veterinari, se fossero disponibili per fare i tamponi».

Ancora non si sa se il Veneto rientra nelle regioni a fascia arancione o rossa, si saprà nel tardo pomeriggio

Edizioni

x