« Torna indietro

borseggiatori

Lineri, rapinano corriere. Le foto dei due catanesi arrestati

Lineri, rapinano corriere. Le foto dei due catanesi arrestati

Dopo gli arresti di alcuni rapinatori, già effettuati nei giorni scorsi, continua l’azione di contrasto avviata dalla Questura con uno specifico piano Antirapine con funzione di prevenzione e repressione.

La Polizia di Stato ha arrestato i catanesi SPADARO Domenico (classe 1975) e PARISI Angelo Claudio (classe 1969) ritenuti responsabili di rapina aggravata in concorso tra loro.

A seguito dell’acuirsi dei reati a carattere predatorio, consumati recentemente in pregiudizio di corrieri ed autotrasportatori, sono stati intensificati da personale della Squadra Antirapina della Squadra Mobile di Catania dei servizi specifici di monitoraggio del fenomeno con pattuglie distribuite nei punti di maggior interesse investigativo.

Nell’ambito di tale potenziamento, gli operatori della Squadra Mobile hanno tratto in arresto due pregiudicati specifici che avevano da poco aggredito un corriere di articoli sanitari derubandolo del borsello che conteneva diverse centinaia di euro in contanti, telefoni cellulari, carte di credito e altri effetti personali.

Nello specifico i rapinatori dopo avere pedinato il furgone della vittima, approfittando del momento in cui l’uomo era sceso dal proprio veicolo per effettuare una consegna nella frazione di Lineri, lo hanno violentemente aggredito e, dopo averlo minacciato di morte facendo intendere di essere armati, si sono impossessati del suo borsello per poi darsi alla fuga a bordo di una autovettura.

L’auto dei rapinatori è stata quindi agganciata dagli operatori della Polizia di Stato e ne è scaturito un inseguimento culminato nel territorio di Gravina ove i conducenti del veicolo sono stati bloccati.

I criminali sono stati quindi arrestati e l’intera refurtiva è stata recuperata. PARISI e SPADARO, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, sono stati quindi condotti in carcere in attesa dell’udienza di convalida.

Nell’ambito delle azioni criminali a carattere predatorio, proseguono gli accertamenti investigativi della Squadra Mobile anche sui recenti episodi delittuosi

Edizioni

x