« Torna indietro

bar

Castel Romano, minaccia la madre 83enne per avere i soldi. Lido di Roma, scappa e aggredisce i poliziotti. Arrestati

Due le persone arrestate la scorsa notte per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale: L. G. un romano di 48 anni, è stato arrestato dagli uomini della Sezione Volanti, diretta da Marco Sangiovanni ed un rumeno di 35 anni B. V. I. arrestato dagli agenti del X Distretto Lido di Roma, diretto da Antonino Mendolia.

Due le persone arrestate la scorsa notte per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale: L. G. un romano di 48 anni, è stato arrestato dagli uomini della Sezione Volanti, diretta da Marco Sangiovanni ed un rumeno di 35 anni B. V. I. arrestato dagli agenti del X Distretto  Lido di Roma, diretto da Antonino Mendolia.

Nel primo intervento, gli agenti della Sezione Volanti sono intervenuti in via di Pratica in zona Castel Romano,  per la segnalazione di lite tra fratelli e, giunti sul posto, hanno trovato L.G. 48enne in lite con i fratelli. Questi ultimi hanno raccontato che, probabilmente in crisi di astinenza, il 48enne aveva minacciato verbalmente la madre 83enne al fine di farsi dare i soldi per acquistare sostanza stupefacente, episodi tra l’altro frequenti che avvengono da anni.

Inutili i tentativi da parte degli agenti di calmare l’uomo che ha  iniziato a colpirli con calci e pugni, procurandosi anche delle lesioni, motivo per cui è stato trasportato al Sant’Eugenio per gli accertamenti del caso. L’uomo che da anni minaccia e maltratta la madre facendola vivere in un continuo stato d’ansia è stato anche denunciato per maltrattamenti in famiglia.

Il secondo a finire in manette invece, è stato notato dagli uomini del X Distretto Lido di Roma durante un normale pattugliamento, mentre in tarda notte,  viaggiava a bordo di un’autovettura. In considerazione dell’attuale emergenza Covid 19,  gli agenti hanno deciso di procedere ad un controllo ma il 35enne ha improvvisamente iniziato una folle fuga in auto terminata in via del Casaletto di Giano dove ha abbandonato il veicolo per fuggire a piedi in un terreno lì vicino. E’ stato prontamente rincorso dai poliziotti  che, a causa della forte pioggia e della scarsa illuminazione, sono riusciti con grande fatica e dopo una breve colluttazione a bloccarlo.

L’uomo è stato accompagnato in ospedale per un livido sul volto e refertato con 2 giorni di prognosi mentre gli agenti a causa dell’aggressione hanno riportato lesioni guaribili in 3 giorni. B. P., queste le sue iniziali, con diversi precedenti a suo carico, è risultato sprovvisto di patente e l’auto è risultata di proprietà di una donna che gliel’aveva affidata per risolvere un guasto meccanico. Il 35enne, al termine degli accertamenti, è stato anche sanzionato per lo spostamento in auto senza i comprovati motivi come da ultimo D.P.C.M..

Edizioni

x