« Torna indietro

Caltagirone, “Io con te, tu con me, insieme si può”: laboratori per i bambini. Si chiude il 18 giugno

Una serie di laboratori di educazione stradale, educazione ambientale con visita ai luoghi più significativi della città, manipolativo – ricreativo, di musica e fotografia, tutti con apprendimento all’aperto, hanno coinvolto dal mese di aprile, con cadenza bisettimanale, alla Villa comunale, una ventina di bambini tra gli 8 e i 12 anni, che hanno così riassaporato, pur con le necessarie cautele anti – Covid, il piacere di incontrarsi e di lavorare in gruppo, tentando così di superare la pesante condizione di isolamento e di chiusura cui anche i più piccoli sono stati costretti per parecchi mesi a causa della pandemia.

Una serie di laboratori di educazione stradale, educazione ambientale con visita ai luoghi più significativi della città, manipolativo – ricreativo, di musica e fotografia, tutti con apprendimento all’aperto, hanno coinvolto dal mese di aprile, con cadenza bisettimanale, alla Villa comunale, una ventina di bambini tra gli 8 e i 12 anni, che hanno così riassaporato, pur con le necessarie cautele anti – Covid, il piacere di incontrarsi e di lavorare in gruppo, tentando così di superare la pesante condizione di isolamento e di chiusura cui anche i più piccoli sono stati costretti per parecchi mesi a causa della pandemia.

I laboratori, condotti da giovani “volontari temporanei”, fanno parte di “Aule green”, una delle azioni nelle quali si articola “Io con te, tu con me, insieme si può” il progetto finanziato dalla Federazione nazionale Società di San Vincenzo de’ Paoli (bando “I Vincenziani per la Comunità 2020”), promosso dal Consiglio Centrale San Vincenzo di Caltagirone (presidente Mario Sortino)  in partenariato con le associazioni Astra, Azione Cattolica, Impronte Vegetali e col Comune di Caltagirone e finalizzato a diffondere il concetto di salute pubblica attraverso iniziative sociali con cui contrastare gli effetti del virus e promuovere la consapevolezza che il comportamento di tutti è un passo essenziale per uscire da una crisi così profonda. Fra le attività che hanno coinvolto i bambini anche la stesura di semplici letterine indirizzate ad anziani ospiti di alcune case di riposo in modo da tener loro compagnia, avere uno scambio di idee ed emozioni per diventare, si spera, “amici di penna”.

La conclusione di questo percorso avverrà con una sobria cerimonia, venerdì 18 giugno, alle 16,30, a Villa Patti, alla presenza di tutti i partner e i volontari coinvolti, dell’assessore al Welfare e vicesindaco Sabrina Mancuso e della vicepresidente nazionale della Società San Vincenzo de’ Paoli, Guglielmina Trovato, durante la quale saranno illustrati i risultati raggiunti (in programma anche un’esposizione dei lavori realizzati) e sarà consegnato ai minori il “patentino del pedone”. Infine, un momento di festa.

x