« Torna indietro

Violenza sessuale, indagato un 67enne. Abusa di una minorenne dopo averle regalato un orologio

Dopo le vicende delle settimane e dei mesi scorsi, ancora un inquietante episodio di violenza sessuale nei confronti di una minorenne nel Salento. In questo caso è finito nei guai un uomo di 67 anni che dovrà difendersi dall’accusa di violenza sessuale aggravata. Secondo l’accusa, infatti, l’uomo avrebbe avvicinato una ragazza con la scusa di farle un dono, un orologio per l’esattezza, l’avrebbe portata al mare e poi qui l’avrebbe palpeggiata. Il 67enne, residente in un paese del Basso Salento, è finito nel registro degli indagati con l’accusa, oltre che di violenza sessuale aggravata, anche di adescamento di minori. Ieri, giovedì 11 novembre, si è svolto l’incidente probatorio in cui è stata ascoltato il soggetto offeso, la ragazzina di 16 anni in questione, presunta vittima della vicenda.

Violenza sessuale verso 16enne, i fatti

La ragazza è stata ascoltata a lungo davanti al gip Sergio Tosi. L’inchiesta è partita dopo la denuncia della madre di lei che, ascoltata la confidenza della propria figlia, ha deciso di adire vie legali e portare a galla, anche dal punto di vista giudiziario, la vicenda. L’episodio risalirebbe ad agosto di quest’anno. L’uomo avrebbe raggiunto casa di alcuni parenti della 16enne, nel momento in cui lei era in casa. Da qui sarebbero partite le lusinghe, poi il regalo dell’orologio e i complimenti sull’abbronzatura. Da lì l’invito ad andare al mare, prima, e a cena fuori, poi, e i racconti dei suoi sogni dove, secondo il suo racconto, la baciava tutta e “facevano tante cose”. Dopo l’adescamento, ecco i palpeggianti per cui il 67enne ora dovrà difendersi dalle accuse.

x