Redazione Palermo

Opere nell’area industriale di Termini Imerese, accordo tra Irsap e Comune

Sfruttare tutte le linee di finanziamento messe a disposizione dalla Regione Siciliana, dallo Stato e dall’Unione europea per creare infrastrutture a servizio delle azione insediate nell’area industriale di Termini Imerese. Questo l’obiettivo dell’accordo sottoscritto al palazzo comunale di Termini Imerese dal commissario dell’Irsap, Giovanni Perino, e dal sindaco Maria Terranova, alla presenza dell’assessore comunale allo Sviluppo economico Pippo Preti e del direttore generale dell’Irsap, Gaetano Collura.

Palermo, mafia, ai domiciliari i proprietari del ristorante Carlo V

I carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dei fratelli Giuseppe e Benedetto Amato, di 41 e 46 anni, proprietari del noto ristorante Carlo V, già indagati nell’inchiesta che a Pasqua ha portato in carcere il boss del “mandamento” di Pagliarelli Giuseppe Calvaruso, appena tornato dal Brasile per trascorrere le feste con la famiglia, e alcuni suoi fiancheggiatori.

“Tradito” dal pranzo di Pasqua, fermato boss del clan di Pagliarelli

Era scappato in Brasile ma non ha resistito alla tentazione di un pranzo di Pasqua con la famiglia che gli è stato fatale. E’ stato arrestato così Giuseppe Calvaruso, ritenuto capo del mandamento mafioso palermitano di Pagliarelli che da tempo si era trasferito in Brasile; i carabinieri del comando provinciale, nel corso dell’operazione Brevis, lo hanno fermato mentre era con la sua famiglia.

Razza, avrebbe detto a Musumeci: “Palermo è da Zona Rossa” ma poi cambiò idea. Ecco le intercettazioni

Il gip di Trapani, Caterina Brignone, per chiarire le finalità degli “illeciti” che sarebbero stati commessi falsificando i dati sul Covid nell’Isola, non esita a parlare di uno “scellerato disegno politico”, ma tiene anche a puntualizzare che “il presidente della Regione, Nello Musumeci sembra estraneo e anzi pare tratto in inganno dalle false informazioni che gli vengono fornite”.

Palermo, colpo a clan Borgo Vecchio, arrestati boss e gregari

Questa mattina, su delega della Dda, i carabinieri del comando provinciale hanno dato un nuovo colpo alla famiglia mafiosa del Borgo Vecchio a Palermo, eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 15 indagati accusati a vario titolo di concorso esterno in associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti, furti, ricettazione ed estorsioni e di sfruttamento della prostituzione.

Palermo, arredi in pasto alle fiamme, vandalizzato nuovamente Palazzo Magnisi

Hanno bruciato alcuni arredi di un assessorato del comune di Palermo e li hanno devastati nella vampa di San Giuseppe; nel tardo pomeriggio di ieri, infatti, qualcuno è entrato e ha messo a soqquadro gli uffici e portato via i mobili utilizzati per i roghi. I vigili del fuoco sono intervenuti nei pressi del palazzo per spegnerel’incendio.

Palermo, vittima denuncia estorsore, arrestato mentre intasca il “pizzo”

Riccardo Meli, 31 anni, con l’accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso è stato arrestato in flagranza dai finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo, coordinati dalla Dda, poco dopo avere intascato i soldi. Ha chiesto il pizzo ad un giovane imprenditore edile che stava effettuando dei lavori nel quartiere della Vucciria a Palermo.

Edizioni

x