« Torna indietro

Femminicidio

Femminicidio: uccide la moglie a colpi di bottiglia e si consegna ai carabinieri

Pubblicato il 6 Dicembre, 2022

Ennesimo femminicidio. Intorno all’ora di pranzo, a San Stino di Livenza, nel veneziano, una donna è stata uccisa barbaramente a colpi di bottiglia.

Cinzia Luison, 60 anni, è stata uccisa dal marito 65enne Giuseppe “Walter” Pitteri. La coppia ha due figlie.

E’ stato l’assassino ad avvisare i carabinieri, per poi confessare l’omicidio.

Non è ancoro chiaro il movente. Pare che l’aggressione sia avvenuta al termine di una violenta lite.

Quando i soccorsi sono giunti sul posto la donna era già deceduta.

Cinzia Luison era titolare di un salone di parrucchiera a Blessaglia di Pramaggiore.

Femminicidio

Nel suo salone, Cinzia proponeva servizi a base di elementi naturali, seguendo la filosofia orientale ayurvedica basata sul rispetto dell’ambiente e dell’equilibrio psico-fisico. 

Cinzia si classificata prima nella classifica italiana al Masterjam Aveda 2011 a Londra.

Femminicidio

Giuseppe Pitteri, detto Walter, ha lavorato in Actv (l’Azienda Veneziana della Mobilità) dal 1982 al 2016. 

Skip to content