« Torna indietro

Fonte immagine: Ansa Sicilia

Lampedusa, migranti dispersi in mare: Procura Agrigento indaga

I fatti si riferiscono allo scontro in mare avvenuto nella serata di sabato a Lampedusa tra un gommone di migranti e un peschereccio libico.

Pubblicato il 14 Febbraio, 2022

La Procura della Repubblica di Agrigento ha aperto un fascicolo riguardante quanto accaduto nella serata dello scorso sabato a Lampedusa. I fatti per la precisione si riferiscono allo scontro in mare avvenuto tra un peschereccio libico e un gommone diretto a Lampedusa con a bordo 21 persone.

Cinque di esse sono cadute in mare e tra di loro soltanto due si sono salvati grazie all’aiuto dei compagni di viaggio, mentre gli altri tre, una donna somala e due uomini ivoriani, si sono dispersi in mare.

Le indagini da parte della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto, dopo aver sentito le persone sopravvissute, vanno avanti, mentre l’inchiesta della Procura di Agrigento, coordinata dal procuratore capo Luigi Patronaggio e dalla sostituta Elenia Manno, vede l’accusa a carico di ignoti di omicidio colposo e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

La partenza del gommone era avvenuta nella giornata di venerdì a Aboukammash, in Libia. Da parte dei migranti sopravvissuti è stato raccontato come sia stato chiesto aiuto da parte di chi guidava il gommone a chi era dentro il peschereccio libico.

Fonte immagine: Ansa Sicilia