« Torna indietro

donna investita dal marito

Nessuno li cerca per mesi: trovati mummificati in casa

Sono stati trovati mummificati nella loro abitazione due anziani: erano una coppia, sono morti insieme. I due pensionati, ultrasettantenni, trascorrevano spesso il loro tempo all’estero, ecco perché i parenti non erano preoccupati dall’assenza di contatti. La tragedia è accaduta a Campoformido, in via dei Carpini, a Villa Primavera: in una villetta alle porte di Udine. Non sono ancora note le ragioni del decesso dei due coniugi.

Pubblicato il 14 Aprile, 2022

Sono stati trovati mummificati nella loro abitazione due anziani: erano una coppia, sono morti insieme. I due pensionati, ultrasettantenni, trascorrevano spesso il loro tempo all’estero, ecco perché i parenti non erano preoccupati dall’assenza di contatti. La tragedia è accaduta a Campoformido, in via dei Carpini, a Villa Primavera: in una villetta alle porte di Udine. Non sono ancora note le ragioni del decesso dei due coniugi.

Due corpi mummificati: il mistero della coppia

E’ stata una parente, che aveva sentito la coppia per l’ultima volta tra settembre e ottobre, ad avvertire della protratta assenza dei due le Forze dell’Ordine, poiché non riusciva a contattarli. Così, sono giunti sul posto i Vigili del Fuoco, la Polizia locale e i Carabinieri che hanno aperto la porta. Sulla base del referto del medico legale, la morte dei coniugi sarebbe risalente a mesi fa ma, per stabilire la data del decesso con precisione, saranno necessari esami più approfonditi. Gli investigatori, che indagano su disposizione della Procura della Repubblica, si domandano ora quali siano i motivi del decesso. Per il momento nessuna ricostruzione è stata confermata, né smentita. Secondo indiscrezioni, potrebbe essersi trattato di una fuga di gas. 

Non è la prima volta

Non è la prima volta che qualcosa di simile si verifica. Il corpo di una donna nata nel 1933 è stato scoperto il 29 marzo, quando ormai erano trascorsi anni dalla sua morte. E’ stato un caso se è stata trovata: la donna era a Trieste, in un appartamento di via Battisti e non è stato subito noto con esattezza quando fosse morta; nella sua abitazione c’erano cibi scaduti nel 2018. Sono stati i funzionari dell’Inps a suonare alla porta e posto che nessuno rispondeva, sono stati chiamati i soccorsi. All’arrivo dei sanitari e della Polizia locale, è stato possibile entrare nell’appartamento e sono stati trovati si corpi sia della donna, sia del suo gatto.

Immagine di repertorio

x