« Torna indietro

minorenne

Sconcerto nel Salento. Tentano di rubare dal convento le offerte per l’Ucraina, ricercati in tre

Pubblicato il 23 Marzo, 2022

Sono stati tanti gli aiuti arrivati in tutto il leccese per fronteggiare la crisi ucraina. Proprio per questo motivo, quindi, lo sconcerto nel Salento per quanto accaduto nelle ultime ore a Salice Salentino è risuonato in maniera altisonante. L’episodio è avvenuto probabilmente qualche ora prima, ma è stato scoperto ieri sera dai frati del Convento della Madonna della Visitazione nel paese nord salentino. Uno dei frati della Parrocchia aveva intrapreso l’iniziativa di raccogliere dei fondi da destinare ai profughi ucraini, raccogliendo circa 800 euro. Ed è proprio quella somma che è finita nel mirino di tre banditi. Le telecamere di videosorveglianza presenti nel Convento, infatti, hanno ripreso due uomini ed una donna entrare in sagrestia, dopo aver forzato una porta, e raggiungere la stanza superiore. Qui, i tre, tutti apparentemente giovani, hanno frugato ovunque, prima di fuggire via a mani vuote.

Sconcerto nel Salento, le parole del sindaco di Salice

Sul posto del tentato furto sono intervenuti i carabinieri e la polizia locale del posto. Spetterà a loro vivisezionare le immagini delle telecamere per dare la caccia ai banditi. Un buco nell’acqua, un colpo sfumato, quindi, ma resta la gravità del gesto e lo sconcerto nel Salento. Proprio di questa triste vicenda, parla così il sindaco di Salice Salentino, Tonino Rosato: “Quanto accaduto lascia sconcertati per due ragioni. Innanzitutto perché è stato tentato un furto sacrilego ai danni di quella che è la casa di tutti i fedeli. Secondo poi, sapere che la solidarietà manifestata dai miei concittadini nel raccogliere le offerte per i profughi ucraini ha rischiato di essere vanificata da un furto mi fa comprendere che c’è ancora lavoro da fare per svegliare le coscienze dei più giovani. Perché giovani sono coloro che si sono introdotti in convento”.

x