« Torna indietro

taranto

“Mi chiamo Alina, sono a Lviv; la mia famiglia vive a Sezze”. Il grido di aiuto della gente dell’Ucraina viaggia sul web

Pubblicato il 28 Febbraio, 2022

In un mondo globalizzato come quello in cui viviamo, non possiamo illuderci che la guerra sia una cosa lontana solo perché si combatte a centinaia di chilometri dai confini nazionali.
Siamo tutti cittadini di questo mondo e le questioni belliche ci toccano da vicino più di quanto si possa immaginare.
Succede così che sui social media appaia il post di una ragazza che scrive direttamente dall’Ucraina, ma con radici bn piantate sui Monti Lepini. Scrive infatti Alina:
“✋ Mi chiamo Alina, ho 24 anni e sono una ragazza Ucraina. Vivo a Lviv (Leopoli)
La mia famiglia vive a Sezze in Italia.
Sento il suono di sirene in continuo. Certe volte chiamo і miei amici per domandare se le sirene stanno suonando davvero. Spesso sbaglio, ma questi giorni sono in attesa di pericolo ogni minuto.
Non posso immaginare cosa provano le persone dalle città, che proprio in questo minuto stanno combattendo con gli occupanti russi.
Mi sento esaurita. Ho la sensazione che la vita prima della guerra non è mai esistita.
Mi dispiace anche per il popolo russo, perso in tutte quelle bugie di propaganda.
Mi dispiace per chi non ha voluto di fare guerrа ma era condannato a morte per ordine del dittatore Putin.
‼️Ma nulla nel mondo moderno può giustificare la guerra e le morti del popolo che vuole essere libero sulla propria terra.
È tempo che il mondo intero capisca che la minaccia non riguarda solo l’Ucraina.
Oggi Putin ha ordinato al ministro della Difesa di porre le armi nucleari in sorveglianza attiva.
Nei video e foto di questo post voglio mostrarvi tutto il dolore che stiamo passando e tutto l’incredibile coraggio che abbiamo 💪”.
Non osiamo neanche immaginare quale possa essere l’angoscia che provano questi familiari residenti in provincia di Latina. A loro ed a tutti coloro che vivono questo orrore sulla propria pelle, una abbraccio virtuale dalla redazione di Day Italia News…
Questo il link al post di Alina