« Torna indietro

strade sicure

Sversamenti illegali nell’area industriale di Acerra, continua la lotta dei carabinieri contro l’inquinamento ambientale

Un 34enne è stato denunciato per trasporto e smaltimento illegale di rifiuti.

Pubblicato il 10 Marzo, 2021

I carabinieri di Castello di Cisterna, supportati da quelli della stazione forestale di Marigliano, durante un controllo inerente alla “terra dei fuochi”, hanno sequestrato ad Acerra 3 chilometri e mezzo dell’alveo di un canale secondario dei Regi Lagni.

I militari hanno rinvenuto diversi rifiuti di varia natura, sia speciali che pericolosi, tra i quali: RSU, RAE, scarti della produzione agricola, pneumatici e parti di veicoli.

Denunciato anche un 34enne per trasporto e smaltimento illegale di rifiuti. L’uomo, a bordo del suo furgone, stava entrando nell’area industriale di Acerra e trasportava vari scarti in ferro senza autorizzazione. Il mezzo è stato sequestrato.

A Casalnuovo è stato sequestrato un terreno in via Bolla. Nell’area, di circa 1.000 metri quadri, erano stati accantonati nel tempo diversi rifiuti non pericolosi. Il proprietario 47enne è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti.

Skip to content