« Torna indietro

Varese

Varese: bimbi picchiati dalla direttrice e dalla maestra di un asilo

Pubblicato il 23 Giugno, 2022

Succede ancora. Nel luogo dove i figli dovrebbero essere tutelati, al sicuro, proprio lì si annidano i mostri. Quelli che non temono anche le notizie di cronaca che raccontano degli smascheramenti. Probabilmente perché le punizioni non sono pesanti così come dovrebbero essere. Perché uno dei crimini più odiosi è la violenza sugli esseri più indifesi, i bambini.

La direttrice e una maestra di un asilo in provincia di Varese sono indagate per maltrattamenti sui bambini della struttura

Per l’accusa, i piccoli hanno subito aggressioni verbali, urla e percosse.

Le due donne sono state sottoposte, per decisione del gip di Varese, al provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento al Comune.

Le indagini dei carabinieri, coordinata dalla Procura di Varese, sono state avviate grazie alle segnalazioni di alcune famiglie.

E’ dello scorso aprile la vicenda della bambina disabile maltrattata con violenza dalla sua assistente all’interno dell’asilo.

Il mostro si accaniva sulla bambina disabile che le era stata affidata a scuola ed è stata arrestata dai carabinieri di Brescia.

L’arresto è scattato in flagranza di reato dopo che le indagini erano state avviate dalla denuncia dei genitori che hanno riferito di avere scoperto sul corpo della loro bambina inconfutabili segni di violenza fisica.

Anche mediante l’installazione all’interno dell’aula di telecamere ambientali occultate è stato possibile riscontrare quel che la vittima subiva.

I genitori hanno raccontato ai carabinieri non solo di aver trovato i segni fisici sulla bambina ma di aver notato anche un cambio evidente nell’umore e nell’atteggiamento della piccola.

Grazie alle telecamere nascoste, i militari hanno appurato che durante l’orario scolastico l’assistente ha commesso ripetute violenze fisiche.

I video documentano schiaffi, tirate per i capelli e pizzicotti.

I carabinieri, visto in diretta l’orrore, sono intervenuti immediatamente a scuola, ammanettando in aula l’assistente denunciata per maltrattamenti pluriaggravati e lesioni aggravate a danno di un minore con disabilità.

Ancora non sa in che modo l’assistente pagherà per quel che ha fatto. Intanto, siamo qui, davanti a un altro orrore in un luogo dovrebbe regnare solo gioia e speranza nel futuro.