« Torna indietro

Catania, duro colpo alla mafia nigeriana, Operazione Light house of Sicily

Su delega della Direzione Distrettuale Antimafia, la Polizia di Stato ha dato esecuzione al decreto di fermo di indiziato di delitto, di 26 persone

Su delega della Direzione Distrettuale Antimafia, la Polizia di Stato ha dato esecuzione al decreto di fermo di indiziato di delitto, di 26 persone, traendo in arresto in quanto ritenute gravemente indiziate, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere di stampo mafioso di tipo cultista denominata M.A.P.H.I.T.E., associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, cessione di sostanze stupefacenti, sfruttamento della prostituzione, contraffazione ed alterazione di documenti ai fini della permanenza clandestina sul territorio dello Stato.

L’esecuzione dell’operazione di polizia ha avuto ad oggetto l’articolazione siciliana del Cult M.A.P.H.I.T.E. (acronimo di MAXIMO ACADEMYC PERFORMANCE HIGLY INTELLECTUAL EMPIRE) denominata “Family Lighthouse of Sicily” ed ha impegnato centinaia di uomini, con il supporto di personale del Servizio di Polizia Scientifica, dei Reparti Prevenzione Crimine Sicilia Orientale ed Occidentale e la collaborazione delle Squadre Mobili di Caltanissetta, Cosenza, Firenze, Messina, Palermo, Roma e Vicenza.

Il richiamato decreto di fermo accoglie le risultanze investigative acquisite nel corso di una complessa attività di indagine, di tipo tradizionale e tecnico, avviata nel mese di maggio 2019 a seguito delle dichiarazioni rese da un collaboratore di giustizia già destinatario di provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso in quanto appartenente alla associazione mafiosa di matrice cultista “The Supreme Eiye Confraternity (S.E.C.)”.

x