« Torna indietro

Covid 1 marzo, 478 nuovi contagi in Sicilia. Nell’Isola preoccupa la variante sudafricana e quella inglese

Dai dati del Bollettino del Ministero della Salute, nelle ultime 24 ore, in Sicilia si sono diagnosticati 478 nuovi casi di coronavirurus. Si devono registrare 18 persone decedute.

Dai dati del Bollettino del Ministero della Salute, nelle ultime 24 ore, in Sicilia si sono diagnosticati 478 nuovi casi di coronavirus. Si devono registrare 18 persone decedute. Il bollettino di ieri faceva segnare 453 contagi e 11 decessi. In Ospedale restano ricoverati 858 pazienti di cui 132 in Terapia intensiva (ieri erano 133). 25.323 siciliani restano in isolamento domiciliare.

Il numero di tamponi processati è stato di 20.864 e il tasso di positività è dunque in risalita rispetto a ieri del 2,3%.

La distribuzione nelle province. Palermo 183 nuovi casi, Catania 122, Messina 58, Siracusa 48, Trapani 15, Ragusa 26, Caltanissetta 17, Enna 7, Agrigento 2.

I vaccinati in Sicilia. Vero nodo la lentezza dei vaccini. Ad oggi sono 340109 i siciliani che hanno ricevuto una dose di vaccino. Le scorte ammontano a 507925. Ieri erano i vaccinati erano 331237, quindi – nelle ultime 24 ore – sono stati vaccinate 8872 persone. In Italia sono state vaccinate 4354008 persone di cui 1411633 ha ricevuto anche la seconda dose di farmaco.

Le varianti sudafricane e inglese. A preoccupare gli esperti c’è la notizia di un caso Covid, accertato di variante sudafricana in Sicilia e un altro sospetto. Il contagio riguarda un marittimo di 32 anni, rientrato a Mazara del Vallo lo scorso 11 febbraio dopo due mesi di lavoro in Africa. Si stanno eseguendo analisi anche sulla moglie che è risultata positiva. E non fa stare tranquilli il focolaio di variante inglese che è stato individuato ad Enna, dove nell’ultima settimana i contagi sono aumentati del 20 per cento costringendo il sindaco a chiudere le scuole.

La situazione in Italia. Sono 13.114 i nuovi casi diagnosticati nelle ultime 24 ore nel nostro Paese (ieri erano 17.455). I decessi sono 246 (ieri erano 192). Meno contagi in 24 ore rispetto a ieri ma, la curva scende sempre il lunedì a causa del numero più basso di analisi processate (oggi il minimo di test della settimana). Secondo il report dell’Istituto Superiore di sanità cresce l’incidenza negli under 20.

Edizioni

x