« Torna indietro

Alla Pinacoteca Agnelli di Torino la mostra dedicata al celebre architetto Le Corbusier

La Pinacoteca Agnelli di Torino ha riaperto le porte al pubblico con una mostra degna di interesse incentrata sull’architetto franco svizzero Le Corbusier, esponente del movimento moderno, dal titolo “Le Corbusier. Viaggi, oggetti e collezioni”, aperta fino al 5 settembre prossimo.

Torino La Pinacoteca Agnelli di Torino ha riaperto le porte al pubblico con una mostra degna di interesse incentrata sull’architetto franco svizzero Le Corbusier, esponente del movimento moderno, dal titolo “Le Corbusier. Viaggi, oggetti e collezioni”, aperta fino al 5 settembre prossimo.

Si tratta di un originale percorso espositivo che si snoda lungo il terzo piano della Pinacoteca, con la presenza di oggetti appartenenti all’appartamento parigino del’architetto, in Rue Nungesser et Coli.

Sono oggetti variegati, tra cui sassi, conchiglie, elementi in metallo, pezzi di legno, vetri e materiali che il maestro amava raccogliere, considerandoli “object a reaction poetique”, vale a dire “oggetti a reazione poetica”, capaci di innescare in lui il processo creativo.

Il garapace di granchio presente in mostra, come tutti gli altri oggetti valorizzati da un accurato restauro curato dalla Fondation a lui dedicata, ha dato origine all’idea da parte dell’architetto del celebre tetto della cattedrale di Ronchamp.

La mostra è curata dall’artista Chistian Chironi, promossa dalla Pinacoteca Agnelli, in collaborazione con la Fondation Le Corbusier di Parigi, e rivolge particolare attenzione anche ai tre viaggi da lui compiuti a Torino, nel 1902, all’età di sedici anni, in occasione dell’Esposizione Universale alla Promotrice di Belle Arti, dove il futuro architetto espose un orologio; nel 1934, dove fu presente alla pista del Lingotto e vi venne ritratto a bordo di una Balilla, e nel 1961 quando fu invitato dall’ICOM a tenere un discorso sul tema del museo ideale, in occasione della conferenza annuale dell’associazione, per le celebrazioni di Italia 61.

Pinacoteca Agnelli, via NIzza 230

Prenotazione consigliata nei giorni feriali, obbligatoria nei giorni festivi tramiti l sito web della Pinacoteca

Edizioni

x