« Torna indietro

Polizia

Librino, aprono un cantiere edile abusivo e abbandonano 12 tonnellate di rifiuti speciali sulla pubblica via, due indagati

Nei giorni scorsi, personale del Commissariato Librino ha effettuato controlli volti a contrastare l’illegalità diffusa nel quartiere di competenza. In particolare, l’attenzione è stata rivolta alla verifica del rispetto delle prescrizioni imposte a soggetti sottoposti a misure restrittive, alla tutela dell’ambiente e alla repressione dei reati contro il patrimonio.

Assume rilievo l’attività eseguita nel rione Villaggio Sant’Agata, dove due soggetti di anni 29 e 49 sono stati indagati in stato di libertà per gestione illegale di rifiuti speciali e per invasione di terreno pubblico: uno quale proprietario dell’immobile e l’altro quale esecutore dei lavori edili avevano allestito un cantiere edile abusivo, senza il rispetto di alcuna prescrizione, non avevano predisposto il previsto piano operativo di sicurezza ne’ avevano comunicato al Comune di Catania l’inizio lavori. Inoltre, avevano abbandonato sulla pubblica via, in modo del tutto illegale, 12 tonnellate di rifiuti speciali: materiale di risulta proveniente dai lavori di muratura.

Al fine di evitare che tali rifiuti speciali venissero dispersi nel quartiere, già noto per le discariche abusive a cielo aperto, essi sono stati sottoposti a sequestro penale preventivo e affidati in giudiziale custodia a uno dei due indagati.

Infine, in occasione dei numerosi controlli eseguiti nei riguardi delle persone sottoposte a misure personali restrittive, un pluripregiudicato sottoposto a obbligo di firma, giunto in Commissariato alla guida di un’autovettura senza assicurazione né revisione e con patente revocata, è stato pesantemente sanzionato per 6.129 euro; il veicolo è stato sequestrato e affidato in giudiziale custodia.

x