Russia

La nave russa “sfida” la portaerei Usa: alta tensione davanti alla costa calabra

La Russia di Vladimir Putin cerca percorsi alternativi per dare un seguito all’invasione dell’Ucraina. Come è noto, la Turchia ha chiuso alle navi russe l’accesso al Bosforo, ecco perché i russi hanno pensato al Mediterraneo, che pericolosamente lambisce il Bel Paese. La Russia ha ora nel Mediterraneo due incrociatori, due caccia, due fregate, una corvetta e un sottomarino a propulsione nucleare. In questo contesto, però, sono presenti navi statunitensi e appartenenti alla Nato.

Soldati ucraini, in un video shock, sparano alle gambe di prigionieri russi: Kiev promette indagine immediata – VIDEO

Secondo i media ucraini, si tratterebbe di un falso: parliamo di un video shock, della durata di tre minuti, nel quale militari con le tute mimetiche dell’esercito ucraino sparano alle gambe di quelli che sembrano prigionieri russi, nel corso di un’operazione nella regione di Kharkiv. Il governo ucraino ha promesso “un’indagine immediata” (Guarda il video).

Ecco cosa vuol dire il nastro verde che si vede nelle città russe e sui social

Ci sono russi che, silenziosamente, si esprimono contro la guerra. Per fare ciò, annodano nastri verdi in alcune città, tra le quali Mosca, e diffondono immagini sui social, con preferenza per Twitter e TikTok: accade da qualche settimana. Ecco che queste piccole azioni pacifiste si diffondono in tutta la Russia: su pali della luce, semafori, corrimano, automobili, autobus, monumenti.

Bombardamenti nel distretto di Kievsky di Donetsk. Immagini forti

LE ULTIME – Convoglio militare russo lungo oltre 60 km verso Kiev. Una base militare in fiamme vicino alla capitale. Truppe di Mosca alle porte di Kherson. Interviene anche la Biolorussia al fianco di Mosca. Prosegue l’esodo dei profughi verso Polonia e Romania. La Farnesina trasferisce l’ambasciata a Leopoli

Skip to content