« Torna indietro

Catania, avviato Servizio Assistenza Domiciliare Handicap, soddisfatto l’assessore Lombardo

L’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Catania, Giuseppe Lombardo, afferma come il servizio sia fondamentale per utilità.

E’ stato avviato il Servizio di Assistenza Domiciliare Handicap (ADH), rivolto a soggetti affetti da disabilità grave  di età inferiore ai 65 anni, residenti nei comuni del Distretto Socio Sanitario 16  Catania, Misterbianco – Motta Sant’Anastasia riconosciuti in situazioni di handicap ai sensi della Legge n. 104/92 art. 3 comma 3. Il servizio fornisce prestazioni a carattere domiciliare di natura socio-assistenziale, erogate dagli Enti accreditati, secondo la libera scelta del cittadino, in relazione ai servizi migliorativi ed aggiuntivi che ciascun Ente offre. Gli interventi domiciliari si articolano in: aiuto domestico (riordino e pulizia della casa); aiuto per l’igiene e la cura della persona; riordino di indumenti e biancheria; preparazione alimentazione e assunzione dei pasti; sostegno psicologico.

Disbrigo pratiche e accompagnamento per visite mediche o finalizzato alla partecipazione a manifestazioni di carattere socio-ricreativo-culturale e religioso. Tutti i soggetti in possesso dei requisiti richiesti possono presentare istanza, esclusivamente in modalità on line, con identità digitale (SPID); la domanda è reperibile presso il sito istituzionale del Comune di Catania, Capofila del Distretto Socio Sanitario 16- Sezione Avvisi del sito istituzionale: www.comune.catania.it.

Per maggiori informazioni, nel Comune di Catania, bisogna rivolgersi agli uffici di Servizio Sociale – Centro Multizonali: via Zurria n. 67; via Messina n. 304; via Pier Giorgio Frassati n. 2; via Leonardo Vigo n. 43. Per i residenti nel Comune di Misterbianco – via Dei Vespri n. 286; nel Comune di Motta Santa Anastasia – piazza Umberto n. 22.

“Il Distretto Socio-Sanitario 16 di cui Catania è capofila – ha commentato l’assessore ai servizi sociali Giuseppe Lombardo – si dota di un servizio di fondamentale rilevanza sociale che mancava da diversi anni, per assistere i cittadini più sfortunati. Un segno tangibile di sensibilità verso i disabili e le relative famiglie, con cui la nostra amministrazione, pur con le oggettive le difficoltà, prova a interpretare al meglio le esigenze strettamente correlate a ciascuna persona”.

x