« Torna indietro

Catania

Catania infestata dai topi e l’emergenza sanitaria taciuta

Pubblicato il 11 Febbraio, 2022

YouTube video

Topi. Topi ovunque. A Catania è meglio fare finta di nulla. Ci riferiamo, soprattutto, alle istituzioni, a chi amministra il capoluogo etneo. Eppure la situazione, vergognosa e allarmante, è sotto gli occhi di tutti, evidente, alla luce del sole. E della luna…

Perché i topi scorrazzano in città di giorno e di notte. Ininterrottamente, voraci, onnivori, insaziabili, prolifici, numerosi. Ormai è consuetudine vederli saettare improvvisamente da sotto le vetture posteggiate, zampettare sui marciapiedi, indifferenti al caos, ai passanti, sempre più a loro agio.

Catania

Non ratti qualsiasi, attenzione. Quelli che stanno infestando indisturbati Catania sono i topi di fogna, le pantegane, la specie peggiore e più pericolosa. Perché è quella più adattabile in assoluto e, quindi, più difficile da debellare. Perché, al contrario di topi di altre specie, defecano ovunque e gli escrementi che disseminano sono pericolosi per essere umani e animali. Così come tutti i topi amano strisciare contro i muri e qualsiasi struttura o oggetto (pensiamo anche ai veicoli) per segnare il territorio tramite odori e grasso corporeo: in questo modo sulle superfici resteranno anche i piccoli parassiti che si annidano nel pelo. Insomma, stiamo parlando di un numero inquantificabile di ordigni sanitari in movimento, capaci, spinta dalla ricerca di cibo, di arrampicarsi abilmente anche su pareti verticali, di utilizzare qualsiasi pertugio e struttura per giungere ovunque: dal marciapiede a un appartamento ai piani più alti non sarebbe un problema per loro.

Catania

Ma la caratteristica principale è che il loro habitat ideale sono gli insediamenti umani e i luoghi ricchi di sporcizia, rifiuti.

Sono, quindi, investigatori e giudici. E la sentenza è senza appello: Catania è un immondezzaio.

I topi di fogna ormai presenza quotidiana in tutti i quartieri, in centro così come in periferia, nei quali ci si potrebbe imbattere in qualsiasi via, che trovi anche spalmati sull’asfalto, schiacciati dalle vetture (ne siamo testimoni e abbiamo preferito evitare di pubblicare foto decisamente disgustose), certificano quel che Catania è da tempo: sporca, e non ci riferiamo alle micro discariche. Le strade, i marciapiedi e, di conseguenza, l’aria impastata dalle polveri sollevate dal passaggio dei veicoli e dagli eventi climatici sono ricettacolo di sudiciume. Quello in cui sguazzano i topi di fogna, mettendo a serio rischio la salute dei cittadini e dei loro amati animali domestici.