Gela Primo piano

Enna accoglie Mattarella, all’inaugurazione dell’anno accademico alla Kore. Un lungo applauso per Patrick Zaki e per il Presidente

Un lungo applauso per liberazione di Patrick Zaki ha accompagnato l’arrivo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che è giunto in elicottero ad Enna per partecipare all’inaugurazione dell’anno accademico 2021-2022 dell’Università Kore.

Dal governo Musumeci altri 200 milioni per le imprese siciliane colpite dalla pandemia

Altri duecento milioni di euro a favore delle imprese siciliane colpite dalla pandemia. A metterli a disposizione il governo Musumeci attraverso la riprogrammazione delle risorse del Patto per la Sicilia. Proprio ieri sera è stato perfezionato all’assessorato regionale all’Economia l’Accordo di finanziamento per la gestione delle agevolazioni. A gestirle sarà l’Irfis-FinSicilia, la Finanziaria della Regione, sulla scorta del successo delle iniziative realizzate durante la prima fase del periodo di pandemia.

Potrebbe essere ad una svolta il giallo del cadavere trovato in una grotta sull’Etna. Procura disporrà esame Dna

Potrebbe essere ad una svolta il giallo dei resti dell’uomo ritrovato in una grotta alle pendici dell’Etna. Dopo la segnalazione fatta da Franca De Mauro, figlia del giornalista Mauro De Mauro, scomparso da sotto la sua casa di Palermo il 16 settembre del 1970. La Procura di Catania disporrà un esame comparativo del Dna dei resti per verificare se effettivamente si tratta del giornalista scomparso.

Il governo Musumeci istituisce la “Giornata in memoria delle vittime nelle miniere”

Il 12 novembre di ogni anno sarà celebrata in Sicilia la “Giornata in  memoria delle vittime nelle miniere”. Lo ha deciso il governo Musumeci, che ha appena votato un apposito disegno di legge, da trasmettere alla presidenza dell’Assemblea regionale siciliana subito dopo la pubblicazione.

Alluvioni, dal governo Musumeci altri 16 milioni per la pulizia di fiumi e torrenti. Ecco dove ci saranno i lavori

«Per il quarto anno consecutivo finanziamo le operazioni di pulizia di quei corsi d’acqua della Sicilia che a causa dell’irresponsabile incuria del passato rischiano, in presenza di eccezionali eventi atmosferici, di trasformarsi in trappole mortali, così come purtroppo è già avvenuto. È un lavoro di prevenzione enorme, che portiamo avanti senza tregua e in modo capillare e che spero possa essere presto finalmente supportato, oltre che da Roma, anche da Bruxelles, con mezzi straordinari adeguati alla particolare fragilità del nostro territorio».

x